Wakeboard, che cos’è e come si pratica questo sport

Wakeboard, che cos’è e come si pratica questo sport

Il wakeboard è uno degli sport più in voga negli ultimi tempi e sta prendendo sempre più piede. Questo sport viene praticato soprattutto nei laghi.

Cos’è il wakeboard?

Come abbiamo già detto, il wakeboard è un particolare tipo di sport praticato soprattutto nei laghi, dove il praticante viene trainato da una fune legata a un motoscafo, una sorta di sci nautico, ma senza gli sci, dato che sotto ai piedi il wakeboarder ha una tavola simile a quella di chi fa snowboard. Questa disciplina sportiva nasce dalla fusione tra lo sci nautico e lo snowboard ed utilizza una tavola wakeboard simile a quelle usate per praticare snowboard.

Durante la pratica è obbligatorio l’utilizzo di un giubbotto di salvataggio che permetta di galleggiare. Per quanto riguarda l’attrezzatura wakeboard, si utilizzano tavole da wake generalmente sottili e di forma rettangolare con gli spigoli smussati e un profilo convesso. Sulla faccia superiore presentano attacchi simili agli scarponi da snowboard con i quali l’atleta (rider) rimane attaccato alla tavola. La lunghezza tavola wakeboard può essere diversa a seconda della tavola, così come la forma, la misura, e la flessibilità.

Le diverse andature

L’impostazione del wakeboard si può dividere in due diverse andature:

  • Regular: il piede sinistro, durante l’andatura, si trova davanti, vicino al nose (punta della tavola), mentre il piede destro si trova dietro, vicino al tail (coda della tavola)
  • Goofy: il piede destro, durante l’andatura, si trova davanti, vicino al nose, mentre il piede sinistro si trova dietro, vicino al tail

I termini goofy e regular fanno parte del gergo di chi pratica uno sport con la tavola (skateboard, snowboard). Indicano le preferenze del piede che regola il bilanciamento. Si dice regular chi utilizza di norma il piede destro d’appoggio, quindi tiene il sinistro in avanti, ossia la maggior parte delle persone.

Come praticare wakeboard

Per praticare wakeboard avrete bisogno di:

  • Tavola da wakeboard
  • Attacchi
  • Corda
  • Bilancino
  • Giubbotto wakeboard salvagente
  • Casco wakeboard

La partenza dall’acqua

Mettetevi in acqua in posizione rilassata, gambe raccolte, ginocchia piegate, piede a martello.
Distendete le braccia e afferrare il bilancino alle sue estremità.
Raccogliete le ginocchia all’interno delle braccia.
Quando la barca parte, non esercitare mai nessuna spinta né con le gambe né con le braccia.
Lasciatevi trascinare sulla tavola. Il sedere dovrà avvicinarsi alle caviglie, si raggiunge la posizione accovacciata.
I piedi saranno piatti sulla tavola, la quale, dalla posizione di frenata, si porterà a quella distesa per poter planare sull’acqua.
Alzatevi in piedi e portate il bilancino sul fianco del piede che si preferisce portare avanti: regular (sinistro) oppure goofy (destro).

Le posizioni base di andatura

In posizione di partenza bisogna stare ben piegati sulle gambe con le spalle aperte. La posizione deve essere comoda, rilassata. Le braccia leggermente piegate e raccolte.
Evitate di guardare l’acqua, tendere troppo le braccia o avvicinarle troppo al bilancino.
Iniziate prendendo buona confidenza con la tavola e l’acqua.
barca-da-wakeboard

I tagli all’esterno: heelside e toeside

Per ottenere la posizione di taglio heelside, poggiare bene il corpo sui talloni. Il bilancino deve essere frontale al baricentro (riferimento ombelico), le braccia molto vicine al torso a formare un angolo quasi di 90°.
Per ottenere la posizione di taglio toeside è necessario andare in torsione: l’anca deve seguire la tavola, nella direzione in cui si vorrebbe andare. Il braccio opposto all’anca deve appoggiarsi sul ventre. Cercare la posizione comoda.
Per creare le curve è sufficiente unire le due posizioni di taglio: uscire dalla scia sui talloni e rientrare sulle punte.

Cambiare andatura

Ridurre la velocità della barca, restare in posizione centrale rispetto alla scia.
Assicurarsi di avere una posizione ben centrale rispetto alla tavola.
Fare perno sul tallone davanti, ruotando il piede in esterno.
Spostare il bilancino dall’anca avanti all’anca opposta.
Mantenere sempre le spalle ben aperte e non stendere mai le braccia.
I primi tempi, se non riuscite a stare in piedi tenete la maniglia della corda abbassata, parallela all’acqua. Vedrete che, con il passare del tempo acquisirete praticità ed i movimenti diventeranno più sciolti e naturali.

Si tratta di un’attività sportiva pericolosa?

Per le prime uscite si consiglia di rivolgersi ad una scuola wakeboard per potersi far guidare da un istruttore preparato, in grado non solo di impartire un apprendimento rapido, ma anche di intervenire qualora dovessero riscontrarsi problemi.

In generale, però, il wakeboard è considerato uno sport sicuro, in grado di regalare grandi emozioni e molto divertimento. Il luogo ideale per iniziare è sicuramente un bacino riparato, uno specchio d’acqua calmo, esposto ad un vento regolare, che vi permetterà ritornare facilmente al punto di partenza.

Dove praticare wakeboard in Italia?

Wakeboard sul lago di Como

Se si intende avvicinarsi alla disciplina sfruttando il contesto lacustre, è possibile praticare wakeboard sul lago di Como recandosi a Blevio, in frazione Girola. Qui, Wakeboard Lake Como è il posto giusto in cui imparare, perfezionarsi o raggiungere l’eccellenza in questo sport grazie al supporto di istruttori qualificati FISW, capaci  di insegnare tutti i trucchi del mestiere nel corso di lezioni pratiche e teoriche. E, dopo le lezioni, ci si rilassa nell’Oasi, godendosi un aperitivo in terrazza e lo spettacolare scenario del tramonto reso ancor più suggestivo dall’intrattenimento musicale.

In alternativa, è possibile rivolgersi a Wakeboard Lecco, a Oliveto Lario. Qui vi è una vasta proposta di corsi: dal wakeboard e tutte le varianti degli sport acquatici (wakesurf, wakeskate e bodyboard per i più piccoli, sci freestyle, monosci e piedi nudi). Le lezioni sono adatte a tutti i livelli e a tutte le età, coi tecnici federali capaci di portare ogni partecipante a raggiungere i suoi obiettivi a breve termine e ad indicargli la strada da seguire per raggiungere anche quelli più ambiziosi, che si voglia intraprendere una carriera agonistica o praticare la disciplina semplicemente per divertirsi.

Wakeboard all’Idroscalo

Il luogo migliore per praticare wakeboard a Milano è il Wakeparadise Cablepark, a Peschiera Borromeo. Qui, staff e istruttori qualificati guidano passo dopo passo chi intende avvicinarsi a questo watersport: si impara ad usare la tavola e ad acquisire tutte le competenze necessarie a rendere la prima volta in wakeboard indimenticabile, acquisendo una base solida per migliorare e per avanzare di livello.

Impianto Cable Fullsize unico in Italia, il Wakeparadis Cablepark è il luogo ideale per fare wakeboard all’Idroscalo. In un ambiente familiare e rilassante, seguiti da uno staff preparato, si possono trascorrere giornate di puro divertimento imparando a muovere i primi passi nel mondo del wakeboard.

Chiudi il menu