Ricostruzione unghie gel: come farla da sole in casa

Ricostruzione unghie gel: come farla da sole in casa

La ricostruzione unghie gel è un’ottima idea per chi vuole una manicure perfetta e a lunga durata. Vediamo insieme come come si fa in maniera casalinga.

Infatti, purtroppo, non tutte hanno la fortuna di avere unghie belle e resistenti, da far crescere e modellare nella forma che si preferisce. E’ proprio per questo motivo che è nata la ricostruzione unghie gel, di gran moda e gettonatissima negli ultimi anni.
Questa tecnica permette di allungare le unghie, dare loro diverse forme e decorarle. La manicure gel ha anche altri vantaggi: dura fino a quattro settimane e, se ben fatta, rende le unghie spesse e resistenti. Vediamo nei dettagli come si fa, anche a casa.

Ricostruzione unghie in gel fai da te: tutorial e consigli per una ricostruzione perfetta

Le unghie con gel sono ormai diventate un vero e proprio must: una tendenza piuttosto costosa però, se pensiamo che ogni mese bisogna andare dall’estetista per rimuovere il vecchio gel ed applicare quello nuovo.
Inoltre, in questo periodo di quarantena forzata, molte si saranno chieste se fosse possibile riuscire ad arrangiarsi ed ottenere una ricostruzione delle unghie in gel perfette anche con il fai da te.
La risposta è sì: certo, ci vuole un po’ di pratica e di abilità, ma dopo le prime applicazioni di sicuro anche voi riuscirete a raggiungere dei risultati inaspettati.

Occorrente

Per prima cosa, se volete fare una ricostruzione delle unghie in gel, dovrete procurarvi tutti gli strumenti del mestiere ed i prodotti specifici per poter procedere:

  • Lampada LED o UV (funzionano entrambe, l’unica differenza sono i tempi)
  • Buffer
  • Lima per unghie
  • Spingi cuticole
  • Tips ricostruzione unghie o cartine per allungamento unghie
  • Primer
  • Gel base
  • Sgrassante (Cleaner)
  • Gel builder colorato
  • Top coat
  • Olio per cuticole

Ricostruzione unghie in gel fai da te: il metodo trifasico

Il metodo migliore per ottenere delle unghie in gel perfette è sicuramente il trifasico, che è anche quello più complesso. Nonostante questo, però, i risultati con questo metodo saranno di gran lunga migliori quindi vale la pena esercitarsi un po’ di più. Vediamo le varie fasi della ricostruzione unghie in gel con il metodo trifasico.

Per prima cosa, è sempre importante preparare le unghie all’applicazione del gel. Una volta che le vostre unghie saranno pulite e limate alla perfezione, potete applicare il primo strato di primer: non dovrete farlo asciugare in lampada ma sarà molto utile per evitare la formazione di micosi o altri problemi fastidiosi.

A questo punto iniziate con lo stendere uno strato sottile di gel base sulle unghie, stando attente a non toccare le cuticole, e fatelo asciugare in lampada (i tempi per la lampada UV sono di 120 secondi, mentre per il LED ci vuole di meno). Appena la polimerizzazione in lampada sarà terminata, ricordatevi di passare lo sgrassante sulle unghie, per eliminare lo strato appiccicoso, quindi potete stendere anche il gel builder: andate a formare una pallina di gel al centro dell’unghia e poi stendetela sfumandola lateralmente in modo da creare una bella curva C. Passate quindi nuovamente le unghie in lampada per altri 120 secondi (nel caso di fornetto unghie UV) e passate ancora il Cleaner (sgrassante).

A questo punto dovete limare le vostre unghie, prima con la lima e poi con il buffer andando a livellare anche la superficie: date quindi all’unghia la forma che desiderate, quindi pulite la superficie e passate l’ultimo strato, ossia il top coat per lucidare bene il tutto e sigillare. Quando avrete finito, passate l’olio per cuticole e godetevi le vostre nuove mani.

Chiudi il menu