Jeans da uomo: una scelta comoda e versatile per ogni situazione

Jeans da uomo: una scelta comoda e versatile per ogni situazione

Più sono invecchiati, logori e vissuti e più sono belli: stiamo parlando dei jeans da uomo ovviamente! Un capo d’abbigliamento adatto a qualsiasi occasione, dall’ufficio al tempo libero. A fare la differenza tra un jeans anonimo e un jeans che si distingue sono ovviamente i dettagli.

Jeans da uomo classici

Cominciamo con un classico: il jeans skinny. Questo jeans da uomo con tasche laterali o senza è tornato di moda di riflesso dopo il revival del completo elegante slim fit. Ha un tradizionale lavaggio denim, un bel taglio e un bel fit che possono essere sufficienti a creare un look tutt’altro che ordinario. A questi jeans basterà abbinare una sneaker giusta e giocare con una T-shirt ed il gioco è fatto.

Per la primavera e l’estate, ovviamente, si punta soprattutto sui colori chiari. Infatti, in passerella si sono visti pochi modelli di jeans da uomo classici blu scuro, ad esempio, ma sono diversi i modelli in nero, perfetti specialmente se indossati durante le occasioni speciali. Il colore che andrà per la maggiore sarà comunque il bianco. Bisogna però fare attenzione perché questo colore non è adatto proprio a tutti. Chi ha una corporatura robusta dovrebbe infatti prestarci attenzione, perché possono mettere in evidenza i difetti che invece vorrebbero nascondere. Da evitare assolutamente nelle prossime stagioni sono i jeans da uomo macchiati.

Jeans da uomo strappati

Non passano mai di moda, invece, i jeans da uomo strappati. Ce ne sono di tutti i tipi: skinny, larghi, a vita alta, bassa, con toppe o senza.
Anche in questo caso possono essere modelli di jeans da uomo con tasche laterali o no, a seconda dello strappo e del modello e possono essere abbinati in ogni modo.

Un modello nero super skinny, ad esempio, creerà il perfetto punto di incontro tra James Dean e un hipster, ecco il jeans nero super skinny. Negli ultimi anni, più il pantalone è aderente e più piace, se poi ha anche il risvolto è meglio. Il taglio è ridotto e orizzontale, in corrispondenza delle ginocchia.

Ricordate comunque, che lo strappo netto dopo i vent’anni sarebbe da evitare.Ma esistono comunque moltissimi modelli con di jeans da uomo con piccoli e discreti graffi sul tessuto, adatti anche per un look casual da ufficio. Un capo per chi predilige soprattutto la comodità.

Inoltre, il jeans strappato non è solo per i fisici snelli: puoi indossarlo anche se hai qualche chilo in più. L’unica accortezza da considerare sono le dimensioni degli strappi, non troppo grandi per non evidenziare i punti critici, e il taglio, non troppo aderente, per lo stesso motivo.

Chiudi il menu