Benessere intestinale: i migliori trattamenti per ripristinare la flora batterica

Benessere intestinale: i migliori trattamenti per ripristinare la flora batterica

Quando si sente parlare di “batteri” solitamente si pensa ad un qualcosa di dannoso per la nostra salute e particolarmente negativo.
In realtà, all’interno del nostro organismo vi sono alcuni batteri che sono “buoni” e necessari per il suo corretto funzionamento. I principali tra questi sono proprio quelli che costituiscono la cosiddetta flora intestinale, ovvero l’insieme di batteri e germi che popolano il nostro intestino.

Tra questi ve ne sono alcuni che sono particolarmente importanti come il lactobacillus bifidus ed il lactobacillus acidophilus e il lactobacillus bifidus i quali svolgono un ruolo essenziale per l’equilibrio intestinale ed impedisco ai batteri “cattivi” di attaccare il nostro organismo e proliferare al suo interno dando inizio a fastidiose infezioni e causando diversi problemi.
L’equilibrio tra questi batteri “buoni” e quelli cattivi può essere raggiunto con l’assunzione di alcuni integratori come il guna colostro noni integratore per il benessere intestinale.

Perché è così importante la flora intestinale?

Il benessere della flora intestinale è indispensabile in quanto la sua principale funzione è quella di regolare il nostro sistema immunitario. Se questo è forte sarà in grado di rispondere agli attacchi esterni di virus, funghi e germi che tenteranno di attaccare il nostro intestino.

Ma non c’è solo questo. Infatti, la flora intestinale contribuisce ad una buona digestione ed ad un corretto assorbimento degli alimenti;  può aiutare a prevenire disturbi come stitichezza, diarrea e sindrome del colon irritabile; è in grado di produrre alcune vitamine tra tutte la vitamina B12 e la vitamina K; interviene nel metabolismo.

Sono tutti questi motivi a rendere estremamente importante l’equilibrio tra batteri utili e batteri “nemici” all’interno del nostro intestino. Infatti, quando il numero dei batteri “cattivi” supero quello dei batteri buoni possono presentarsi diversi problemi. Questa condizione è chiamata disbiosi.

Da cosa è causata la disbiosi?

La principale causa di una disbiosi intestinale è l’utilizzo di antibiotici. Questi, infatti, uccidono i batteri cattivi che si trovano all’interno del nostro organismo ma anche buona parte di quelli “buoni”. Così facendo creano un grave scompenso all’interno della nostra flora batterica intestinale.

Ovviamente, un’altra tra le principali cause della disbiosi è un’alimentazione non corretta.
Infatti, si tende ad avere una proliferazione dei batteri “cattivi” quando si ha un’alimentazione scorretta, ricca di prodotti raffinati, zucchero bianco e di oli vegetali ricchi di omega 6.
Anche un’alimentazione particolarmente ricca di proteine può essere dannosa per il nostro intestino dal momento che queste  stimolano la produzione di sostanze infiammatorie.
Infine, anche il fumo e l’alcol possono danneggiare la flora batterica contrastando la crescita di batteri sani all’interno dell’intestino.

Quali sono i sintomi della disbiosi intestinale?

Gli effetti della disbiosi possono essere particolarmente pesanti e fastidiosi.
Nella maggior parte dei casi la disbiosi si manifesta con sintomi riconoscibili come il gonfiore ed il dolore addominale, la diarrea e la presenza di muco nelle feci. Ma vi sono anche alcuni disturbi non prettamente legati al funzionamento dell’intestino come il disturbo del sonno, la continua spossatezza, i problemi di concentrazione e memoria, tristezza e apatia. In alcuni casi può provocare anche dei problemi ormonali come, per le donne, irregolarità del ciclo e sindrome premestruale.

Come ripristinare l’equilibrio della flora intestinale?

Per evitare di andare in contro ad una disbiosi e per ripristinare l’equilibrio intestinale è opportuno tenere uno stile di vita sano e una dieta equilibrata.

In riferimento all’alimentazione sarebbe opportuno favorire l’assunzione di prodotti integrali e naturali, magari includendo alimenti ricchi di prebiotici come cicoria, avena, porri, asparagi e carciofi.
Sarebbe preferibile assumere molta verdura, in particolare quella foglia verde e legumi.
Anche yogurt e kefir possono aiutare nel ripristino della flora intestinale.
Infine saranno molto utili degli integratori che siano in grado di completare l’azione di riequilibrio della flora batterica.

 

Chiudi il menu