Carciofi: proprietà, benefici e metodi migliori per la cottura

Carciofi: proprietà, benefici e metodi migliori per la cottura

Quali sono i benefici e le proprietà dei carciofi ed alcune idee su come poterli cucinare per renderli gustosi anche ai bambini che, si sa, non vanno mai abbastanza d’accordo con le verdure.

Le proprietà dei carciofi

Coma la gran parte degli ortaggi, i carciofi sono costituiti principalmente da acqua e fibre vegetali, utili per stimolare il buon funzionamento dell’intestino. Questi sono una una fonte importante di sali minerali, tra i quali troviamo sodio, potassio, fosforo e calcio. Inoltre, contengono vitamina C, e vitamine del gruppo B, con particolare riferimento alla vitamina B1 ed alla vitamina B3. Contengono anche la vitamina K, ritenuta utile nella prevenzione dell’osteoporosi.
I carciofi sono anche un’ottima fonte di ferro e di rame, elementi impiegati dal nostro organismo nella produzione delle cellule del sangue. Sono inoltre una fonte di betacarotene e luteina, preziosa per proteggere la vista.
In aggiunta, questi ortaggi contengono anche cinarina, considerata utile in caso di disturbi del fegato. I derivati dell’acido caffeico, poi, garantiscono effetti antiossidanti ed epatoprotettivi.

Benefici per la salute

Come abbiamo detto, i carciofi contengono cinanina. Questo elemento è molto importante dal momento che li rende un alimento che può contribuire all’inibizione dell’ossidazione del colesterolo LDL e la biosintesi del colesterolo stesso. Inoltre, i carciofi possiedono spiccate proprietà depurative e contribuiscono all’eliminazione delle tossine da parte dell’organismo.
Questi ortaggi possono contribuiscono a migliorare la digestione, rappresentano un diuretico naturale e migliorano la produzione dei succhi digestivi. Inoltre, i carciofi risultano benefici per i reni e per la cistifellea, che si troveranno a dover affrontare un minor carico di tossine.

Ricette con i carciofi

Carciofi al forno

Per preparare i carciofi al forno come prima cosa bisogna pulirli bene eliminando le foglie esterne più dure e lasciando circa 3 cm di gambo. Tagliali a metà nel senso della lunghezza, elimina il fieno e trasferiscili in acqua fredda acidulata con il succo di limone.
Sbuccia uno spicchio d’aglio e fallo rosolare con un filo d’olio evo in un tegame resistente al calore del forno. Elimina l’aglio, unisci i carciofi, regola di sale e fai cuocere a fiamma dolce per 20 minuti, bagnando con poca acqua.
A questo punto prendi il mixer ed inserisci della mollica di pane, un pizzico di peperoncino, del pecorino, un po’ d’aglio, del prezzemolo e del basilico.
Bagna i carciofi con un filo d’olio, cospargili con il composto preparato e passali sotto il grill per gratinarli fin quando non si forma una crosticina dorata. Servi i carciofi al forno caldi come contorno o come secondo piatto.

Carciofi in umido

La ricetta dei carciofi in umido è semplice e richiede l’utilizzo di pochi ingredienti.
Come prima cosa bisogna preparare una ciotola piena d’acqua ed aggiungere il succo di un limone e un cucchiaio di farina, in modo da non far annerire i carciofi che qui verranno buttati una volta puliti e tagliati a spicchi.
A questo punto bisogna mettere dell’olio in un tegame o in una padella dai bordi alti, aggiungere dell’aglio tagliati a fettine e privato della parte interna. Scolare i carciofi ed aggiungerli nel tegame sul fuoco, lasciar insaporire per un paio di minuti, poi aggiungere un pizzico di sale, pepe, prezzemolo e un bicchiere d’acqua. Coprire i carciofi in umido con un coperchio e lasciar cuocere a fiamma bassa. Per completare la cottura serviranno circa 25 minuti, o finché non diventano teneri, aggiungendo eventualmente altra acqua, nel caso in cui si siano asciugati troppo.

Carciofi ripieni

Per preparare i carciofi ripieni mettete sul fuoco una pentola con l’ acqua salata che vi servirà per il brodo vegetale. Procedete quindi con la pulitura dei carciofi. Una volta puliti, spuntateli ed allargate leggermente le foglie, esercitando una leggera pressione verso l’esterno ed andate a togliere la “barba” con un cucchiaino o uno scavino a semisfera.
A mano a mano che li preparate, ponete i carciofi puliti in una ciotola con acqua fredda e succo di limone per evitare che anneriscano.
Proseguite poi con la preparazione del ripieno a base di carne. Prendete della carne trita e mettetela in una ciotola capiente con del formaggio grattugiato e dell’uovo intero. Regolate di sale e pepe, dopodiché tritate finemente del prezzemolo ed aggiungetelo alla carne insieme a delle foglioline di timo. Aggiungete anche dell’aglio e del pan grattato e mescolate tutto con le mani energicamente in modo da amalgamare bene gli ingredienti.
Ponete sul fuoco una pentola con abbondante acqua salata e fate bollire i carciofi per 10 minuti. Una volta pronti, scolateli e fateli intiepidire su di un vassoio. Successivamente riempite delicatamente i carciofi con 3 cucchini del ripieno di carne che avete preparato, facendo attenzione a non romperli.
Terminato questo procedimento, distribuite i carciofi farciti in una pirofila l’uno accanto all’altro e irrorateli con il brodo vegetale. Terminate distibuendo una spolverata di pangrattato e un filo d’olio d’oliva sulla superficie. Mettete il tutto in forno statico preriscaldato a 180° per 25 minuti (o a 160° per 15 minuti se in forno ventilato). Passateli, infine, sotto il grill per 5 minuti in modo da ottenere una doratura croccante sulla superficie. Quando saranno pronti, sfornate e servite i vostri carciofi ripieni.

Chiudi il menu