Esami di maturità: come si svolgeranno ai tempi del Coronavirus

Esami di maturità: come si svolgeranno ai tempi del Coronavirus

L’emergenza coronavirus ha influito tanto sulle lezioni quanto sugli esami di maturità. Vediamo insieme come si svolgeranno quest’anno.

L’esame di maturità 2020

L’esame di Stato 2020 è stato completamente rivisto e rivoluzionato a causa dell’emergenza sanitaria da coronavirus che ha costretto gli studenti italiani a casa dal mese di marzo. Dunque, i maturandi non affronteranno gli esami di Stato in maniera tradizionale ma avranno una sola prova orale “rinforzata”. Le fasi che caratterizzano il maxi orale sono cinque: alla discussione multidisciplinare a partire da un documento proposto dalla commissione, alla presentazione dei percorsi PCTO e a cittadinanza e Costituzione, si aggiungono due momenti che rimpiazzano prima e seconda prova.

Come indicato nell’ordinanza ministeriale del 16 maggio che definisce le fasi del maxi orale, l’esame sarà così articolato:

  • Elaborato su un argomento delle materie di indirizzo – le stesse individuate dal MIUR per la seconda prova. L’argomento sarà assegnato dai docenti entro il 1 giugno e gli studenti dovranno inviarlo ai prof entro il 13 giugno. I docenti possono scegliere se assegnare un argomento diverso a ciascun candidato, oppure se assegnare a tutti o a gruppi di studenti lo stesso;
  • Discussione di un breve testo di letteratura italiana, già oggetto di studio durante il quinto anno – sulla base del documento del 30 maggio;
  • Discussione interdisciplinare su un argomento assegnato dalla commissione;
  • Esposizione dell’esperienza PCTO, mediante presentazione multimediale o relazione;
  • Domande sulle attività di Cittadinanza e Costituzione.

La data di inizio del maxi orale dell’esame di Stato è fissata per il 17 giugno, stessa data precedentemente individuata dal MIUR per la prima prova.
L’esame di maturità si sosterrà in presenza e quindi la commissione ( è statp stabilito che per quest’anno sarà tutta interna ad eccezione del Presidente) ed il candidato dovranno indossare la mascherina e stare a distanza di due metri. Lo studente può portare al massimo un accompagnatore ed entrambi dovranno firmare un’autodichiarazione sulle loro condizioni di salute.

Gli esami di terza media 2020

Forse meno importanti dell’esame di Stato ma altrettanto carico di tensione per gli studenti.
Al contrario dell’esame di maturità, però, gli esami di terza media si svolgeranno da remoto. Gli studenti hanno tempo fino al 30 giugno per realizzare un elaborato/tesina, da discutere poi su piattaforma di videoconferenza individuata dalla scuola.

Ritorno a scuola a settembre

Nel corso della sua ultima conferenza stampa, la Ministra dell’Istruzione Azzolina ha anticipato alcuni dettagli su come e quando dovrebbe riprendere la scuola il prossimo settembre.
Secondo quanto riportato dalla Azzolina, il Governo sta lavorando insieme alle Regioni affinché sia possibile ricominciare tutti, nessuno escluso, sin dai primi giorni di settembre. L’obiettivo, insomma, è quello di evitare la divisione dalla classe in due o più gruppi, con alternanza tra lezioni a distanza e lezioni in presenza.

Chiudi il menu