Cosa vedere a Firenze: mini itinerario della città culla del Rinascimento

Cosa vedere a Firenze: mini itinerario della città culla del Rinascimento

Ecco una breve guida su cosa vedere a Firenze in un giorno o due di permanenza nella città culla del Rinascimento e ricca di storia.
Ma sono talmente tante le cose da fare e vedere a Firenze che probabilmente non basterebbe un mese a vedere tutto. Meglio dunque concentrarsi sulle attrattive davvero imperdibili.

Cosa vedere a Firenze in un giorno

Piazza del Duomo

Una cosa gratis da vedere a Firenze in un giorno è senza dubbio Piazza del Duomo. Si tratta di un grande museo a cielo aperto che comprende la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, la Cupola di Brunelleschi, il Campanile di Giotto, il Battistero di San Giovanni, la Cripta di Santa Reparata e il Museo dell’Opera del Duomo. Ognuno di questi monumenti meriterebbe di esser trattato singolarmente. Visitare questa piazza è davvero la primissima cosa da fare a Firenze.

Ponte Vecchio

Un’altra cosa da vedere a Firenze gratis è il famoso Ponte Vecchio. Si tratta di uno dei ponti più famosi al mondo e sicuramente anche uno dei più belli. Basti pensare che fu l’unico della città ad esser risparmiato dalle truppe tedesche in ritirata nel 1944. Del resto, si tratta di un ponte che ne ha viste davvero tante: dai capricci dell’Arno a quelli dei Medici.
Infatti, il primo fu Cosimo I, favorendo la costruzione del “Corridoio Vasariano” percorso pedonale sopraelevato che consentiva di passare da Palazzo Vecchio, cuore politico e amministrativo della città, a Palazzo Pitti, dimora di famiglia, bypassando il popolo e i suoi “umori”. Fu poi la volta di Ferdinando I il quale provvide a far allontanare i beccai (macellai) che da secoli avevano bottega sul ponte, sostituendoli con gli orafi e altri mestieri non “maleodoranti”.

Palazzo Pitti e Giardino di Boboli

Una cosa da vedere a Firenze in un giorno di permanenza è senza dubbio Palazzo Pitti, la storica residenza dei Granduchi di Toscana e la più grande area verde monumentale della città.
Alle spalle di Palazzo Pitti, il Giardino di Boboli che per quantità di scorci paesaggistici e dettagli architettonici va considerato un vero e proprio museo, per visitare il quale occorrono non meno di tre ore.

Cosa vedere a Firenze in due giorni

Museo di Palazzo Vecchio

Una cosa da vedere a Firenze in due giorni di permanenza è senza dubbio il Museo di Palazzo Vecchio.
Da oltre settecento anni Palazzo Vecchio è il cuore del potere civile di Firenze. Ancora oggi ospita diversi uffici comunali, tra cui quello del primo cittadino, mentre le restanti sale sono adibite a museo.
Il Museo presente al suo interno merita davvero una visita: i dipinti del Salone dei Cinquecento, le mappe della Sala delle Carte geografiche, passando per la Cappella della Duchessa Eleonora di Toledo e la sala delle Udienze.
Anche solo dall’esterno, però, Palazzo Vecchio merita una visita. Ci troviamo al cospetto, infatti, di uno dei più mirabili esempi di architettura civile del XIV secolo, sormontato dalla maestosa Torre di Arnolfo visitabile con un supplemento insieme al museo.

Galleria degli Uffizi

Un’altra cosa da vedere a Firenze in due giorni di permanenza, con un po’ di tempo a disposizione, è senza dubbio la Galleria degli Uffizi. Tra gli artisti presenti troviamo nomi del calibro di Leonardo, Cimabue, Caravaggio, Giotto, Raffaello, Mantegna, Tiziano, Parmigianino, Rembrandt, Botticelli per citarne solo alcuni.

Galleria dell’Accademia

Infine, il consiglio è quello di visitare la Galleria dell’Accademia la quale ospita capolavori di inestimabile valore realizzati da grandi artisti del calibro di Botticelli, Ghirlandaio, Pontorno e altri. Tuttavia, la maggior parte dei visitatori entra per ammirare il famosissimo David di Michelangelo, statua di oltre 5 metri di purissimo marmo di Carrara che da sempre incarna l’ideale universale di grazia e bellezza.

 

Chiudi il menu