Maratona: dove si svolgono le più famose che ogni runner vorrebbe correre

Maratona: dove si svolgono le più famose che ogni runner vorrebbe correre

Correre una maratona è il sogno della maggior parte dei runner. Oggi le maratone più famose al mondo si corrono in città meravigliose: scopriamone alcune.

Maratona di Roma

La Maratona di Roma è la maratona più seguita in Italia: si tiene fra marzo e aprile. La partenza e l’arrivo sono posizionati in Via dei Fori Imperiali all’altezza del Foro di Traiano e del Campidoglio, ma è il percorso il punto di forza di questa corsa, sviluppato per la maggior parte dei 42 chilometri in pieno centro storico, tra monumenti storici e punti di interesse da ammirare correndo.

Maratona di Atene

Quando si parla di maratona non si può non parlare di Grecia. E’ proprio qui che quasi 500 anni prima di Cristo Filippide arrivò stremato partendo dalla città di… Maratona, appunto! Lì gli Ateniesi avevano sconfitto i Persiani, e lui ebbe solo il tempo di urlare “abbiamo vinto!”, prima di stramazzare al suolo. Una vicenda non certo allegra, ma tanto emozionante che spinse Pierre de Coubertin a far rinascere le antiche Olimpiadi. La Maratona di Atene si svolge a novembre.

Maratona di New York

Se la maratona di Atene è quella più storica, di certo la maratona di New York è la più attesa dell’anno. Con oltre quarantamila presenze, è anche la più “affollata” del mondo: è cresciuta, da quando nel 1970 era una semplice corsa a Central Park! La partenza è dal Ponte di Verrazzano: dal popoloso Brooklyn al periferico Queens, dal temuto Bronx alla ricca Manhattan fino alla vibrante Harlem, la corsa tocca tutti i quartieri della Grande Mela.

Maratona del Big Sur

Questa è quella che è stata definita la “la miglior maratona del mondo”. Il motivo è facilmente intuibile: la corsa si svolge quasi interamente lungo uno dei tratti più belli della costa della California, la regione del Big Sur. Per l’occasione la scenografica California State Route 1 viene chiusa al traffico per poter ammirare l’Oceano Pacifico in tutto il suo splendore. La corsa termina nella città di Carmel, nota per essere una delle città più artistiche degli Stati Uniti: ma se è la natura che cercate, allora è d’obbligo una sosta al parco statale Pfeiffer Big Sur e alla foresta nazionale Los Padres. Per 17 anni, l’esibizione del pianista Jonathon Lee è stata un evento nell’evento: la sua eredità artistica è stata raccolta da Michael Martinez. La Maratona del Big Sur si svolge a fine aprile.

Maratona dell’Avana

Tra un sigaro e l’altro, ecco a voi la “Marabana” (gioco di parole tra “maratona” e “Habana”). È infatti all’Avana, a Cuba, che si tiene una corsa coloratissima e un po’ retrò: con le sue auto d’epoca ancora circolanti, Cuba attira ogni anno migliaia di turisti. Incantati dalla sua storia e dal clima, ma soprattutto dalla bianca spiaggia di Varadero e… dal rum, ovviamente. Sperando che i giudici di gara non lo considerino doping!

Marathon des Sables

La “Maratona delle sabbie” e dei coraggiosi: sei maratone consecutive in sei giorni, nel deserto del Sahara, per un totale di oltre 250 chilometri. Non una corsa per principianti, insomma. Nel 1994 l’atleta italiano Mauro Prosperi si perse durante una delle gare per via di una tempesta di sabbia. Dopo dieci giorni di angoscia, senza cibo né acqua e con temperature d’inferno, fu salvato da alcuni pastori nomadi. Allenatevi con anticipo e non dimenticate la bussola.

Maratona di Gerusalemme

Una delle città più antiche del mondo ospita invece una delle maratone più recenti: è solo dal 2011 che Gerusalemme può vantare una corsa ufficiale. Ma con una storia cittadina di oltre tremila anni, Gerusalemme (e la sua maratona) non hanno nulla da invidiare al resto del mondo. La gara infatti costeggia la Città vecchia. Sono molte migliaia gli iscritti alla gara, sui 42 chilometri ma anche su distanze più brevi (mezza maratona, 5, 10 chilometri e corsa per famiglie).

Great Wall Marathon (Maratona della Muraglia Cinese)

Anche se nata solo nel 1999, la maratona della Muraglia cinese è ricca di fascino per la sua ambientazione: “5,164 gradini nella Storia”, dicono gli organizzatori. E infatti tanti sono gli scalini da affrontare negli oltre 40 chilometri che si snodano tra le mura più famose del mondo ed i suoi dintorni. Un’esperienza unica.

Chiudi il menu